Pubblicata il 11/08/2016
Ascolto il respiro della notte,
avvinghiata a pensieri d'inverno.
il buio dilaga tra i rami,
riempie spazi di misteriose presenze.
laggiù, nel giardino,
il re degli ontani e le sue figlie
tramano antiche malie,
di sogni segreti, abbandonati
in fondo agli anni,
gocce di sudore su fronti febbricitanti,
terse da dita di teneri padri.
strane architetture lunari
inquietano il cielo,
la mia ombra di bambina, di ragazza, di donna
mi attendono oltre i varchi.
il tempo si stringe e si dilata
come un mantice soffiato
da aliti divini.
il ricordo,
astuto cane da punta dall'umido naso,
mi stana dal mio nascondiglio,
e mi costringe,irrimediabilmente,
alla resa.
  • Attualmente 4.7/5 meriti.
4,7/5 meriti (10 voti)

Arrendersi al ricordo... è forse questo il verso che da la cifra poetica a questo componimento pervaso da una atmosfera onirico surreale, che se non fosse altrimenti collocato in un differente spazio temporale ben si attaglierebbe ad una mezza estate del percorso esistenziale, che solo riesce a percepire del ricordo una arcana malia..

il 11/08/2016 alle 13:49

grazie riccardo.... a volte ritornano.....

il 11/08/2016 alle 23:28

il ricordo è davvero la cifra,,,,,,,,,dolore e ricordo, anche se rimossi, sono degli abili investigatori e ti stanano sempre e ad essi, non puoi che aprire la porta ed arrenderti

il 11/08/2016 alle 23:30

grazie far per il benevolo commento ciao

il 11/08/2016 alle 23:33

Cattura dal primo verso all'ultimo...

il 12/08/2016 alle 10:26

Ach so... Der Erlkönig... Ich erinnere... Ben ritrovata, Moma... Ax

il 12/08/2016 alle 16:27

gerade so ..... ben ritrovato Ax.lili

il 12/08/2016 alle 16:45

grazie sabyr

il 12/08/2016 alle 16:47

...Non ti arrendere, moma...comunque scrivi più spesso perché ti leggo ed un sorriso mi distende le pieghe sul volto...; un abbraccio, rom.

il 12/08/2016 alle 23:26

ciao romeo, le mie poesie come antirughe :-))) Interessante anche se questa le fa venire......buona giornata.Lilli

il 13/08/2016 alle 08:40

Hai creato una poesia permeata da una magica atmosfera surreale e ricca, ricca di immagini che catturano il lettore. Quasi dolorosa questa tua evocazione di ricordi. Concordo sulla chiusura... bella Ciao Fabio

il 13/08/2016 alle 10:17

ciao " mulo"! gli anni passano ,ahimè, e il ricordo ,spesso, diventa doloroso.Ti auguro un buon ferragosto di sole

il 13/08/2016 alle 13:16

E' nel rimembro di un ricordo! L'attimo: si perde sempre in una lacrima! E' la gioia si riversa in poesia! Sereno ferragosto d'armonia! Un saluto

il 13/08/2016 alle 15:25

ciao moma... Sì.. ricordi di tenere dita che consolano una bimba or donna, si aprono cavalcando le porte del tempo ad intrecciare ricordi, dolori, sorrisi....il re degli elfi e le sue figlie voglion ancora e sempre ammaliare ed attrarre a sè......... I ricordi di tue letture si concretizzano in questa splendida rielaborazione! ;) ciao carissima

il 08/09/2016 alle 09:21