Pubblicata il 02/01/2003
Freddo e solitario
è della neve,
il scivolar sui monti

sua gelida carezza
fili d'erba e rocce,
di cristalli ammanta

ma nell'aria che
taglia in due
spicchi di vento,

soffia presagio
che di voluttà
profuma,

come aroma nostalgico
di onde e salsedine

come profezia
di spiaggia assolata

e già le labbra
si schiudono a sorriso

tuffando i pensieri
in caldo mare
di speranza...
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Molto bella Cris e ben resa la sensazione "visiva" dell'aspettativa della calda stagione, che fa da contraltare al gelo invernale, anche in senso - mi pare - più sottilmente metaforico :-) Brava!
Un caro saluto e auguri col sorriso :-)))
Max

PS Credo ci sia un refuso al terzo verso. Dovrebbe essere "lo" e non "il" scivolar sui monti.

il 02/01/2003 alle 11:21

Raccoglier battitti
e gelosamente amarli
per poi donarli
su petali d'amore...

il 02/01/2003 alle 12:33

Fantastico pensare al sapore del mare al suo odore tra le montagne, tra la neve...è copme mescolare i gusti della vita...in un unico aroma..........quello del mondo.....che è uno solo è una macedonia fresca di sapori che insieme sembrano strani ma unici:-)
Brava come sempre anche nel nuovo anno....
Mary*

il 02/01/2003 alle 13:06

..è lama il vento
e l'anima recide
Dei monti è mio
l'afflato
che in petto
adesso brucia...

Conosco quella sensazione, Cri e grazie alla tua poesia sono riuscito a riviverla...Brava..
Un bacio.
Andrea.

il 02/01/2003 alle 15:44

le tue parole max mi giungono sempre molto gradite e lo sai quanto io ti apprezzi...ma ti prego concedimi talvolta una piccola licenza poetica..."il",mi suonava meglio...prova anche tu...un bacione cris

il 02/01/2003 alle 21:44

e quei petali
scossi da vento
sottile
su mare e monti
amore
veleggiano...

ciao cri

il 02/01/2003 alle 21:50

buonissima la macedonia...l'adoro....grazie trix un bacione grande...cri

il 02/01/2003 alle 21:52

del vento
lo schiaffo
mi brucia
la pelle
ma sul cuore
carezza diviene...

un bacione grande grande a te...cri

il 02/01/2003 alle 21:56

accidenti nero...adesso dindole penserà che oltre la pasticceria , abbiamo aperto anche un bar....:-)...e noto con piacere che hai notato subito la mia esigenza di licenziare poeticamente...caspita se mi conosci bene! :-)...baci e baci...cri

il 02/01/2003 alle 22:00

è proprio vero...per me la neve è un candido mare bianco, profuma di salsedine e mi fa venire voglia di tuffarmi....il gelo del tempo è solo un passaggio , come il gelo del cuore..si scioglie col calore...un bacione cri

il 02/01/2003 alle 23:27

Ahahah cara Cris! Come non concederti licenza!?! Con piacere è accordata (non mi prendere troppo sul serio amica mia!) :-)))
Un abbraccio a te.
Max

il 03/01/2003 alle 10:33

non lo faccio max credimi...chi mi conosce bene sa quanto mi piaccia la simpatica ironia...sono davvero felice e onorata di essere tua amica...un abbraccio...cris

il 03/01/2003 alle 11:02

Cris bellissima analogia tra mare e neve tra inverno ed estate tra tristezza e allegria meriti five
un bacio MG:)

il 03/01/2003 alle 16:53

sai mary...mi sentivo proprio tra mare e monti ...quel giorno col cuore sospeso ed era dolcissima sensazione...bacione cri

il 03/01/2003 alle 21:54

Or gli occhi chiudo e siam vicini
dalla risacca portati o tornati
col pensier e i suoi ricordi,
complici in un tuffo... io sogno
ad ascoltar le onde sugli scogli.
Un abbraccio... Paolo

il 11/01/2003 alle 16:40

come scoglio
che desioso
a carezza del mar
si offre
il cuore
al divenir
dei sogni
apro....

un bacione cri

il 11/01/2003 alle 22:53

ed io con te
nell'orizzonte
dal sol baciato
rincorro desii
da ricordar
sotto cieli
ammantati
di stelle...

sei grande! Paolo*

il 19/01/2003 alle 11:41

Bellissima

il 10/09/2018 alle 06:49