Pubblicata il 01/08/2016
Corre uno spettro senza avere un freno,
voce di bimbo: rumore terreno.

 Giunti a questa spiaggia si vede
un'isola piena di vita.
 Ma io rimango qui,
a piedi fissi nella sabbia mi inabisso
nell'onda che erode.

 L'onda che scappa e ritorna, mi circonda
mi abbandona ancora e poi ritorna.
 Senza tregua senza forma:
il mio corpo di fango che affonda.

 Corre uno spettro senza avere un freno,
voce dal nulla: l'infinito sereno.

.A.G.
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)