Pubblicata il 29/07/2016
Leggera come la brezza della sera
lei arriva festosa con gli occhi suoi ridenti
e par che sia una novella Primavera
che muove nella danza i fianchi suoi aulenti

lei dona il suo sorriso dolce e affascinante
a quelli che le tendono le mani
un’ armonia sale in cielo inebriante
tutti gioiscono e le gridano rimani

le onde del mare fluttuano festanti
la cresta che s’increspa come un cigno
sulla spiaggia si abbracciano gli amanti
e i pirati vanno in cerca di uno scrigno

or lei si ferma come una dea stupenda
un canto esce dalle labbra sue dorate
la gente trasognata respira la leggenda
di lei che apparve in un giorno dell’ Estate…
  • Attualmente 4.42857/5 meriti.
4,4/5 meriti (7 voti)

Se dovessi inquadrare questa tua con un genere... direi... Dolce stil Rom :)

il 29/07/2016 alle 18:24

veramente suggestiva,amo questo tipo di poesie,,,Ciao

il 29/07/2016 alle 19:14

Nel più puro segno del Rom-Antic Style ! Riccardo

il 30/07/2016 alle 09:45

Affascinante questo tuo scritto,mi è piaciuto molto. Un saluto. Maurizio

il 30/07/2016 alle 20:03