Sul Meridiano Centrale di un'Ascia

Sul Meridiano Centrale di un'Ascia
4,4/5 meriti (5 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 16 di Giugno del 2016

Hai reso in maniera impeccabile e claustrofobica la vivida sensazione di un incubo ricorrente che ci attanaglia nell'angoscia notturna. Di suggestivo effetto i mille miliardi pezzi di buio a sgretolarti il cranio e quell'ombra che ti trafigge, ti affetta il cuore e ti affonda nel ventre, incollandoti al silenzio. Quel silenzio che noi vittime di un'incubo, vorremmo rompere con un urlo liberatorio ma che invece non riusciamo ad emettere e ci svegliamo di soprassalto. Tutto finito ? Sembrerebbe, ma il verso finale mi dischiude un arcano dilemma, anche la vita è un incubo ? Piaciuta Axel, un saluto. Riccardo

il 16/06/2016 alle 18:52

Mi ha colpito, a 6 anni, la lettura di "La vita è sogno"; di Calderon de La Barca, poi le varie concezioni filosofiche/cosmologiche in cui si parla della possibilità di essere sogni emanati da un Alto Sognatore... Talvolta la vita è incubo, e altrettanto i sogni... Grazie del passaggio! Ax

il 16/06/2016 alle 20:36

Ah sì la vita è un sogno o meglio noi non siamo forse il sogno di un altro!? Condivido in pieno il pensiero! Graditissima lettura! Ciao Axel!

il 16/06/2016 alle 22:50

Grazie per la tua condivisione, carissima, in effetti è un concetto che gli artisti amano molto... Buona notte! Ax

il 16/06/2016 alle 23:48

Interessante sia la poesia che i commenti di altri. La fanta-scienza mi piace perché offre un'infinità di soluzioni possibili e non ? Sentita anche perché di incubi in questo periodo ne viviamo continuamente. Ciao Fabio

il 18/06/2016 alle 10:25

grazie Fabio, lieto di incontrare i tuoi gusti! Ciao Ax

il 18/06/2016 alle 11:41
Sul Meridiano Centrale di un'Ascia

s'incurva il cielo basso
in una volta grave
di mattoni neri
convergendo a picco
sulla mia testa.
sono mille miliardi,
i pezzi di buio
a sgretolarmi il cranio.

come la luce,
nella testa raffaellesca
esplosa, è l'ombra,
che mi trafigge,
affetta il cuore
e affonda nel ventre,
incollandomi al silenzio.

apro gli occhi e indovino
in quale incubo svegliarmi.

  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (5 voti)