Pubblicata il 13/06/2016
Bello esserti accanto
godere i tuoi sorrisi
sentire il tremore
delle tue mani.
sai legare il mio cuore zingaro
con fili d’erba leggera
senza farmi sentire prigioniera.
mi riposo al tuo fianco
sbriciolo i sogni che il vento
disperde dove vuole, disubbidiente
lascio alla fantasia di correre lontana
vagabonda alla ricerca dell’amore.
tu che sei la ragione fai fatica
a trattenermi nella tua quiete
ma il mio cuore zingaro viaggia
con la fragilità e la debolezza
di una farfalla, inseguendo
una melanconica melodia…

mirella Narducci
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)

Bella qauesta immagine: " il mio cuore zingaro viaggia con la fragilità e la debolezza di una farfalla, inseguendo una melanconica melodia" Ciao Ax

il 13/06/2016 alle 17:11

questa...

il 13/06/2016 alle 17:11

Il cuore rimane per anni un viaggitore che tu dici nella leggerezza di una farfalla ,ma esso quando trovera' un altro cuore d'amare e cosi' subira' la metamorfosi,un saluto

il 13/06/2016 alle 18:06

axel Volare, viaggiare ho pensato alla farfalla che leggera attraversa prati in fiore e l'amore quando è spensierato è un po come lei....notte

il 14/06/2016 alle 01:03

axel... grazie per avermi letto ciao

il 14/06/2016 alle 01:03

gpaolocci...si il cuore è uno zingaro fino a quando non trova un altro cuore d'amare grazie per il commento notte

il 14/06/2016 alle 01:06

...Che colpa ne ho se il cuore è uno zingaro e va/ catene non ha, il cuore è uno zingaro e va. - Ciao, cigno molto meglio il tuo cuore zingaro della "ragione" di quel tipo...; un abbraccio, rom. (e anche un bacio...)

il 14/06/2016 alle 19:30

ah ah ah Rom che fine hai fatto....carina la canzone, mi è mancato il tuo umorismo. Ho acchiappato l'abbraccio e il bacio....Ciaoooooo poeta

il 15/06/2016 alle 16:16

…Carissima, sorvoliamo su Antonio e Cleopatra …Per i tipi della Elliot è stato pubblicato in Italia il romanzo di Lawrence “L’Arcobaleno” …Pubblicato in Inghilterra nel 1915 fu subito ritirato dalla esilarante censura inglese poiché ritenuto scandaloso…dopo cent’anni compare per la prima volta in Italia…ovviamente l’ho acquistato ed ho incominciato a leggerlo…sono 506 pagine…ben tradotto la lettura prosegue avvincente ed appassionante…ad un certo punto udite! udite! a pag, 89 il mio cuore, non più zingaro ormai da un bel po’ di tempo, sussultò alla lettura di questo paragrafo: “Così alla fine vinta la riluttanza, la prese con sé. Arrivati a Nottingham, scesero al Cigno Nero.”. Carissima il Cigno Nero nel romanzo di Lawrence è una locanda ma trovarti “citata” in un romanzo di fine ottocento è stato, che dire, emozionante…; beh, adesso tu ovviamente davanti al mio romanticume da strapazzo fi farai una delle tue solite risate…comunque chissà al tempo di Lawrence forse esisteva davvero quella locanda…per non creare, nella mente torpida dei miei 25 lettori, tu esclusa naturalmente, qualsiasi illazione riguardante quella sosta al Cigno Nero, scrivo subito che il protagonista, William Brangwen, è in compagnia della bambina della moglie rimasta vedova a suo tempo…e stanno andando al mercato del bestiame …; un abbraccio cigno, e…baci!

il 16/06/2016 alle 09:17

Rom non sapevo di questo particolare...la scelta di questo mio nick risale a molto tempo fa nel 1915 non ero ancora nata.Le successive citazioni a riguardo vuol dire che mi hanno copiato ah ah ah sai hanno fatto anche un film "Cigno Nero" con una bella protagonista, non l'ho visto, la recensione lo dava per buono. Lo so che sei un romanticone anche se non lo vuoi dare a vedere....mi lusinga che il cigno nero desti in te il mio ricordo. Peccato Antonio e Cleopatra li trovavo perfetti...ti mando un bacio affettuoso e non risparire chissà ancora per quanto tempo. Ciao

il 16/06/2016 alle 14:50