Pubblicata il 05/06/2016
…poi venne l’inverno e appassirono i nidi
cercasti le ali simulandone il volo
anche se, san martino bugiardo, nevicava nel sole
irrigidendo le trame
dimmi
chi rubò la tua voce al silenzio
che divenne frastuono?
chi strappò le calendule al mare
dirottando il tuo volo?

ti schiantasti di luglio
in un cielo tripudiante di stelle
  • Attualmente 4.81818/5 meriti.
4,8/5 meriti (11 voti)

Fra le tue più belle, anche se mi sono certamente perso il tuo percorso poetico nel tempo, adoro la chiusa ma anche quel " nevicava nel sole irrigidendo le trame", grida forte il quesito senza risposta (temuta o elusa) che è fulcro di questa poesia. Un abbraccio, ben ritrovata! Ax

il 06/06/2016 alle 10:42

Molto bella e sincera!

il 06/06/2016 alle 15:08

BENTORNATA !!! con le tue poesie. (Le saprei riconoscere anche se non ci fosse il nik... E' la tua caratteristica e sempre con tono pacato e... sofferto. Ti accompagna sempre la sofferenza Carmela, in questa i punti interrogativi chiedono risposte mai date. E' un grido il tuo e... il finale è secco, in contrasto con il resto del mondo pieno di stelle, mentre nel tuo, da quel momento, anche se non lo scrivi, si intuisce che non ve ne sono. Purtroppo le tue poesie sono molto belle e... toccano il cuore. Bentornata amica mia. Fabio

il 10/06/2016 alle 12:21

bellissima .......

il 19/06/2018 alle 06:59

bella, bella davvero

il 27/11/2018 alle 12:34

davvero bella

il 30/12/2018 alle 20:57