Jul
Pubblicata il 29/05/2016
Here was a king who ruled the land
(c'era un re che governava la terra)
cavalli gonfi di nuvole e cavalieri impavidi cavalcavano l'onda
ora non c'era più un re
nella sintassi errata
e nell'assurdo globale.
ci sono piccoli ras che detengono
la mafia del potere con i traffici d'armi
e paradisi artificiali.
nelle favole antiche
c'erano i buoni e i cattivi,
ora, soltanto i cattivi,
no, nemmeno quelli,
soltanto brutali sopraffazioni.
peccato, tutti avevamo diritto al sogno.
oh mother, tell me more.
tell me more.
oh mamma, raccontami ancora,
raccontami ancora.
troppi bambini non hanno madri
alle quali chiedere...

(The Piper at the Gates of Bawn 1967-written by Syd Barrett
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)

Un plauso, a te Jul, per la lirica che hai pubblicato, probabilmente scaturita da quella che ha a sua volta esposto Riccardo, entrambe portano la firma di Syd, l'anima ancestrale dei Pink Floyd, e sono collocate in cosmogomia psichedelica illuminata da riverberi lisergici che non smettono di brillare...

il 30/05/2016 alle 06:02

Dediche straordinarie! Brava, Jul!

il 30/05/2016 alle 08:45
Jul

Caro Riccardo, i Pink Floyd (i miei preferiti) hanno avuto la genialità di far defluire nella loro musica rock, classica e lirica. Pezzi meravigliosi come See Emily play ma anche Arnold Layne dove la musicalità si espande come un'onda lunga inarrestabile sono di un livello superiore ed inimitabile. Vecchi album quali Ummagumma, A Saucerful of secrets,Meddle More, Animals, A Momentary Lapse of Reason etc.etc. fanno scuola... Grazie

il 30/05/2016 alle 20:18
Jul

No Sergio, non smetteranno mai di brillare, i Pink hanno composto opere, se pensiamo ad uno degli album abbastanza recenti ma non troppo :the Wall,a pezzi come: Hey You dove la drammaticità s'impone con la forza del loro sentire e s'impongono come capolavori sullo scenario della musica del secolo passato per continuare nel panorama contemporaneo dove nessun gruppo, almeno secondo il mio modesto parere non è riuscito ancora a raggiungerli. Ciao, Giulia

il 30/05/2016 alle 20:22
Jul

Thanks Sir! Julia dream (Roger Waters)

il 30/05/2016 alle 20:23