Pubblicata il 07/05/2016
Non ho pensieri perché non ho parole
o non trovo parole perché non so pensare?
Nella più grande probabilità
di questo ecosistema autoconclusivo,
improntato all'autolesionismo,
io devo senz'altro far parte dell'improbabilità!

Non mi riferisco a qualcosa di preciso
è solo un pensiero.
Francamente credo nell'insensatezza.

Io sono sensato quanto un fiore,
protuberanza su uno stelo
a cui è concesso brillare una stagione
farsi depredare, e poi cadere,
morire per tanto tempo, ma poco.
Mi piacciono così tanto i fiori
ma agli altri piacciono i treni;
e allora via che si viaggia senza sosta
senza mete precise e senza fine.
Io sono sensato quanto un fiore.

Ad essere precisi si tende all'errore.
È solo un pensiero
non mi riferisco a qualcosa di preciso.

In questo egosistema autoriflessivo,
invaso da un senso distributivo,
io non ci posso assolutamente essere, ovvio?
Nella più grande probabilità.
Penso troppo e parlo poco, taccio sempre
e penso altrettanto; è coazione a ripetere!

.A.G.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)

L'importante è averne avuto l'ispirazione, Gaudenzio! Coraggiosa e precisa istantanea del tuo periodo vitale! Saluti!

il 07/05/2016 alle 09:06