Pubblicata il 20/04/2016
Pareti mute si ostinano
a tener chiusa la bocca
nonostante l’incalzare
di domande che salgono
dal profondo del vivere.

voi c’eravate quando lei
pianse e chiese aiuto a Chi
distratto si lisciava la barba
cercando di rammentare
il ruolo assegnatogli dal cielo.

le crepe nei muri paiono
ragnatele tessute dal buio
per proteggere il silenzio
e per l’ennesima volta cozzo
contro la corazza dell’ignoto.

sabygrizzly 2016
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

E' ora che quelle mura parlino! Forse qualcosa già sta uscendo e proferendo! Bella!

il 20/04/2016 alle 21:41

Scorgo una sorda rabbia verso il personaggio con la barba. I muri sono muti... la stanza è davvero imbavagliata e non vi sono risposte alle tue domande. Purtroppo. Poesia che trasmette molto efficacemente sofferenza e.... rassegnazione??? Fabio

il 21/04/2016 alle 15:02

Carina

il 21/04/2016 alle 15:40

...No, io non c'ero...Chiedo pubblicamente di essere perdonato; un abbraccio, rom.

il 22/04/2016 alle 13:58