Pubblicata il 12/04/2016
Un sole ha continuato a splendere
mentre le tempeste s'addensavano
silenziosamente.
Il suo dolore è qualcosa che è sbocciato tardi;
che profumo ha quel fiore?

Un alito di mare zampilla nel suo occhio;
Ylvisa piange
burrascosi pensieri che avviluppano i momenti.
A momenti le par di sentire
un liuto di vento,
un ricordo allegro che corre leggero
e poi fugge via ridendo...

- Ai corvi che si posano leggeri tra maestosi ciliegi
rivolge sorrisi e segreti,
mira paesaggi lontani e momenti quieti.
L'ondeggiare dei fiori
accende i suoi sguardi
su una prematura primavera:
di sicuro il futuro è fatto di sogni sinceri,
lo promettono i fiori.
Il vento canta su note smeraldine
scherzi di luce e scherzi di colore,
l'abbraccia come l'edera l'olmo
l'innalza come l'onda lo scoglio.
Come il volare circolare dei corvi
è tutto un misterioso gioco:
di sicuro il futuro è un luogo di ritrovo,
lo promettono i venti -

...ma il suo occhio punta lontano, là, nell'infinito che avanza e inghiotte;
il volo di uno stormo non fa più ritorno.
Non c'è nessun luogo per un incontro
non c'è alcun prato per un sogno,
Ylvisa piange in attesa del suo ritorno.

Un sole ha continuato a splendere
mentre le tempeste s'addensavano
silenziosamente.
Il suo dolore è qualcosa che è sbocciato tardi;
che profumo ha quel fiore?

.A.G.
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

Bellissima davvero! Complimenti sempre vivi!

il 13/04/2016 alle 09:49

Caro Andrea, se per caso passassi ancora da queste parti voglio che tu sappia del furto perpetrato al fiore di Ylvisa...Si tratta de: - Ai corvi che si posano leggeri tra maestosi ciliegi/rivolge sorrisi e segreti...; l' ho trascritto nel mio famoso libretto. Un abbraccio, Andrea, scrivimi nella posta personale di libero.it.

il 13/04/2016 alle 12:14

andrea che lascia sempre il segno....marinella

il 14/04/2016 alle 08:37

Incantato dal suo...tuo profumo....cari saluti Aldo

il 15/04/2016 alle 16:31