Pubblicata il 31/03/2016
Non aver paura, lasciati guidare
fa silenzio e ascolta il mio respiro
perditi nei miei occhi, affoga nella mia anima, prenditi ciò che ti appartiene e restaci aggrappato fino alla fine.
sei al sicuro
le mie dita si appoggiano su di te
e ti senti vivo
ti senti Dio
ed è un lampo
un bagliore immenso
bianco, puro, vero...
danziamo
su questa distesa di vetri rotti
su punte di diamanti
su vette inesplorate e brividi senza fondo.
lasciati guidare, ancora
lasciati trasportare
abbandonati a me
le mie labbra ti accarezzano appena
mi senti così vicina
mi senti quasi tua...
allunghi le tue braccia in avanti
cadi in un baratro infinito
tra fiamme e ghiaccio
tra fumo e sabbia...
ti prendo, stretto al mio petto
fra i miei seni roventi.
regalami quelle lacrime
stelle nelle tenebre
luce per il tuo cuore stanco
sballottato quà e là
sempre in tumulto
in questo danzare senza fermarsi
ballo senza tempo
dove tu sei le lancette ed io il meccanismo in conto circuito.
gioco con te, mi diverto con te
anima immortale
sempre affamata e insaziabile
ti sbatto, ti innalzo, ti urlo contro e ti adoro.
seduta su braci ormai spente
un punto quasi instabile
è il nulla attorno...
mi scivoli via dalle mani
vai via
via da me
via da un noi che non è mai esistito.
le mie lacrime ora sono le tue
e sarai solo cenere ancora scoppiettante.
chissà dove sarai
impazzirò nel cercarti nel vuoto assoluto.
un passo avanti ed uno in dietro
un orgasmo ed un sospiro
sposi nella mente e fantasmi nella realtà
per una volta ancora, e ancora, e ancora...
un dolore viscerale
una sensazione gradevole
nasce e si fa strada dai bassifondi del mio essere
e sono in estasi
solo maledetta colpa tua
sei il carnefice
ed io che ti ho lasciato rapirmi
il tuo amore strano, il tuo amore insolito
il tuo sguardo innocente e il tuo sorriso complice.
vai Via! Via da me!
non posso legarmi a te
non hai appigli
lasciami morire in questa passione esagerata
abbandonami in questo tappeto che sa di sogni e profumo di speranze.
l'essenza di te mi inebria il risveglio
e guardo l'alba
e sempre tutto il nulla mi invade.
ora, come fin da principio
ora, come Sempre.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Tutto puo' essere valido quanto inutile! Ottimi versi, Hat.. molto brava davvero!

il 31/03/2016 alle 08:23

Grazie Sir ;) H.R.

il 31/03/2016 alle 16:03