Pubblicata il 27/11/2015
Mi manchi:
nelle veglie infinite
di ore sgranate,
nell’attesa immobile
di attimi rapiti
mi manchi:
tra queste lenzuola rigide,
senza pieghe d’amore,
prive del muschio dolce
della tua pelle
degli sguardi accesi,
dei sospiri lievi
mi manchi.
raccoglierò briciole di te
dallo stipo dei ricordi,
per nutrire il tempo vuoto
della tua assenza.
in questo limbo
d’acqua e sale,
che brucia occhi e giorni,
mi cullerò nella tua attesa
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (5 voti)

Triste quanto bella! Complimenti! Sir

il 29/11/2015 alle 12:10

Affascinante. Molto brava. Ioria

il 02/12/2015 alle 19:49

piaciuta! :-)

il 29/05/2017 alle 19:31