Pubblicata il 17/07/2015
Vorrei scrivere
ma so che le parole non mi verranno.
vicini al fuoco i miei pensieri.
la testa infestata,
meteoriti che cadono sulla terra
impedendo ai fiori di crescere.
come una pentola a pressione,
libero il vapore bollente
sudo la mia angoscia e mi depuro.
poche parole descriveranno il mio stato
come l’ultimo urlo prima di morire
condensata in segno estremo, acuto, culminante
una storia intera.
un capitolo che mi sta addosso come un marchio a fuoco,
una pistola alla tempia.
non posso dilungarmi,
urlo.
  • Attualmente 3.77778/5 meriti.
3,8/5 meriti (9 voti)

Le riflessioni ti rilanceranno ancor più equilibrata ed agguerrita! Sir Morris

il 17/07/2015 alle 23:07

Mi dispiace Virgin Prune, so che i miei versi non sono piú all´altezza, e questo é esattamente il significato di questa poesia. A volte tutto cambia.

il 21/07/2015 alle 13:57

Io trovo questi versi molto intensi e significativi. Molto apprezzata. Brava. Un saluto. Ioria

il 16/08/2015 alle 13:45

& xò intatno.........scrivi.........................qsta peosia

il 16/01/2017 alle 23:20

Dipende da chi giudica l'altezza.... Mi è piaciuta molto

il 21/12/2019 alle 12:57