Pubblicata il 24/09/2001
Un cielo terso, una luce vivida
ci sommerge in un abbraccio caldo,
tanti ombrelloni bianchi e blu
svolazzano alla brezza leggera
al movimento di onde
che scivolano delicate sulla sabbia.
C'è un profumo nell'aria,
sa di terre lontane,
racconta di storie vissute,
di eventi passati,
di amori, di odi,
che il tempo ha cancellato.
Una vela verde
sta scivolando nell'acqua,
appena oltre gli scogli
piccola farfalla senza meta,
inseguita dal canto di un gabbiano,
che sfida il peso del mondo
con le sue bianche ali.
Piccole grida di bimbi,
una risata gioiosa,
la musica di una radio lontana,
sdraiato nel mio lettino
mi lascio cullare
dal mormorio delle onde.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)