Dipingo i tramonti con rimpianti roventi

Dipingo i tramonti con rimpianti roventi
3,6/5 meriti (7 voti), lettura, 12 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 1 di Giugno del 2015

..."tentacoli di luna", "fraseggi di aria e di acqua", "silenzio di sabbia e di fuoco", "germoglio d'ignoto"...sono incantevoli questi versi. Grazie Riccardo per questa meraviglia. Anna

il 01/06/2015 alle 23:26

......Man mano che si avanza nella lettura dei versi un fantastico quadro ad olio illumina gli occhi .....ma la batosta finale è tremenda, addirittura agghiacciante.....; un abbraccio, rom.

il 02/06/2015 alle 00:23

Un cuore che improvvido salpa, è nella chiusa Riccardo che prende forma il quadro di immagini e metafore che tracci con questi versi densissimi in cui si denota la tua cifra stilistica sempre curata e attenta ad ogni inflessione della parola. La lettura dei tuoi componimenti non è mai immediata e non può essere superficiale , ma richiede attenzione e cura che il giuso ripago della attenzione cura e dedizione con cui tu verghi ogni riga.sergio

il 02/06/2015 alle 06:23

Molto bella. Pensieri espressi con parole musicali. Er

il 02/06/2015 alle 08:59

Grazie tante Anna per l'attenzione speciale che dedichi ogni volta alle mie parole, ai miei "versi" che potrei definire in maniera più appropriata "Riflessioni Randagie". Lieto che ti sia piaciuta e che tu l'abbia trovata incantevole. Un carissimo saluto Riccardo

il 02/06/2015 alle 09:47

Ciao Romeo e grazie per "il fantastico quadro ad olio". Il verso finale non è poi così agghiacciante, diciamo che gli errori del passato non sono serviti a niente, nonostante ciò il cuore continua a commetterne altri, simili, ed è una situazione che riguarda un po' tutti noi. Un abbraccio a te Riccardo

il 02/06/2015 alle 09:57

Ciao Sergio, i commenti pregnanti che come sempre elargisci a chi leggi con cura, sono dei contributi importanti e costruttivi che aiutano lo stesso autore a comprendersi meglio. E' vero, è nella chiusa che prendono forma le immagini che ho cercato di descrivere. Quel cuore che improvvido salpa, in precedenza era stato un cuore che aveva levato l'ancora e preso il largo numerose volte con entusiasmo, finendo per naufragare. E ancora una volta spiega le vele, forse incautamente, sapendo già cosa l'aspetta. Ti ringrazio per le belle parole Sergio, ciao a presto Riccardo

il 02/06/2015 alle 10:29

Vero Ernesto, la musica mi aiuta molto. Le cose che scrivo nascono sempre durante o dopo ascolti musicali di generi diversissimi. In questo caso sono tornato all'antico rispolverando gli immarcescibili amati Doors. Grazie del tuo intervento, un salutone Riccardo

il 02/06/2015 alle 10:37

Parole e musica per un direttore d'orchestra! Applausi! Sir Morris

il 03/06/2015 alle 08:49

Quasi come essere un Von Karajan de' noantri Sir Morris ! L'immagine mi fa sorridere, ma mi accontenterei anche di pulire il palco di Neil Young prima di un suo concerto. Grazie Sir, buona giornata Riccardo

il 03/06/2015 alle 09:00

Piaciuta molto anche la tua ultima definizione( Riflessioni randagie) espressioni di chi dipinge i tramonti con rimpianti....roventi. un saluto Aldo

il 11/06/2015 alle 15:22

Grazie Aldo per la tua attenta lettura e per l'apprezzamento. Un caro saluto anche a te Riccardo

il 11/06/2015 alle 19:58
Arrotolo le notti in tentacoli di luna
riflessi dal vetro di teche di velluto
al morbido rintocco di stelle chiomate
dall'esoterico suono di flauti di pace

disparate disperate illusioni in fuga
sibilano veloci nel vuoto d'effimero
nei labirinti d'un mondo di cristallo
perfetto inabile all'anelito d'offerta

diluisco le aurore in fonti di cielo
con limpidi fraseggi di aria e di acqua
di sillabe risorte da foglie d'edera
dopo le ferite da innesti occultati

ma geme la coscienza in fardelli d'attese
nel ventre incolore d'un fato fantasma
e prende per mano nuove solitudini
attonita testimone d'un connubio coatto

dipingo i tramonti con rimpianti roventi
in balia d'un silenzio di sabbia e di fuoco
al sordo divenire germoglio d'ignoto
nel timido ritorno di sussurri inattesi

divisa dalla carne da pentagrammi di ricordi
la memoria si contorce in inusitata burrasca
mentre il cuore stremato improvvido salpa
verso naufragi ululanti di passati stridenti
  • Attualmente 3.57143/5 meriti.
3,6/5 meriti (7 voti)