Pubblicata il 24/09/2001
Vuoti perplessi, ore sommerse
che non passano mai.
Poi, quand'anche l'aria spacca
le dita, da dentro un cortile
profumo di panni lavati, bioccoli di luce
che andavo dispersi

tutto un albero di melograni.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)