Pubblicata il 27/04/2015
Silvia sei un pilastro caduto
Ma la tua voce orizzontale sorregge la vita verticale
Ancora contiene i miei mondi
Pagine e pagine di brividi e pianti
Come il cielo di oggi che piove sui campi
Silvia sei una colonna caduta
Sostieni ancora le mura di chi ero
Proteggano chi sarò
Inutile
La voglia di saperti è tanta e così ti prendo
Lasciandomi tutto al naufragio

.A.G.
  • Attualmente 4.2/5 meriti.
4,2/5 meriti (5 voti)

Sensibilità poetica che tocca le corde del cuore. Un bacio amico caro; Patrizia

il 29/04/2015 alle 08:54

La tua poesia, caro Andrea, tocca davvero il cuore di ognuno di noi. Ciao dolce poeta, ti abbraccio sempre forte. Anna

il 29/04/2015 alle 18:07

In queste tue righe percepisco un senso di profonda tristezza , ma alcontempo nutri una speranza,magari lontana ,ma è viva. Apprezzo sempre le tue poesie. Bravissimo. Ioria

il 03/05/2015 alle 12:19

ho amato questa poetessa dalla vita non semplice e facile e amo il tuo scritto pieno di delicatezza come il tuo animo un bacio andrea marinella

il 03/05/2015 alle 21:10

Grazie....lode alla poetessa

il 18/01/2016 alle 22:04