Pubblicata il 26/04/2015
Muoiono inibizioni
sotto coperta scura
ricamata da stelle
rattoppata da nuvole
ma nel cielo basso della hall
in galera l'orizzonte
labirinti i numeri alle porte
mantice d'organetto
spingono i fiati sulle note
s'inceppano al risucchio
stridulo a forzarlo

mentalmente conta
spergiuri il portiere
e gli assegna un prezzo
da quattro soldi
tanto valgono
gelide carni arroventate

s'arrotolano ansimi
in nicchie di parole
e consonanti e vocali
lottano a decimarsi
si copiano alle tende

profumi a strati
su pelle tastata
insultano una rosa
e i petali muoiono farfalla

madonne all'addio
verso chiese da riconsacrare
e fruscio filigranato
nel silenzio del doganiere

l'arrivederci
precario prenota
date occulte da inventare
----------------------------------------
da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie
www.santhers.com
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Microcosmi logistici e umani di varia specie quelli che solitamente riporti nelle tue righe e non di rado colpiscono l'immaginazione di chi legge. Ottima la capacità di osservazione e l'abilità nel concretizzare immagini. Arlette

il 26/04/2015 alle 11:01