Pubblicata il 27/02/2015
quando al tramonto del sole
s’ode il canto dell’ usignolo
e alle narici esala
l’odore dei pini
da lontano i monti
la quiete marina
il volo dei gabbiani
per seguire con il cuore
la scia dell’infinito
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

Graditi versi! Sir

il 27/02/2015 alle 21:56

Serena

il 28/02/2015 alle 15:02