PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 21/01/2015
Dietro la mente
per vicoli bui
ombra dei pensieri

incapace a chiedere
avanti la mente
io affannato

tra vicoli bui
un portone
entrare salire

io a non capire
salire sempre salire
incapace d'arrestarmi

quell'andare della mente
una luce dall'abbaino
raggiungerla

precipitare
nel vicolo buio
per più non camminare
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (4 voti)

Piacevole lettura, Sirinot! Sir Morris

il 21/01/2015 alle 22:29

...ermetica?.....

il 21/01/2015 alle 23:35

come sempre gentile Sir Morris

il 21/01/2015 alle 23:36

direi di si cantorom

il 21/01/2015 alle 23:36

beh è come la vita, non tutto è chiaro, non sempre si sta in piedi, nel viaggio si cade...poi ci si rialza, solo per cadere ancora...l'importante è saper realizzare e realizzarsi in ambedue i casi...bella, perdona la riflessione magari fuori contesto,ciao

il 22/01/2015 alle 00:52

Ciao Gaudenzio grazie, ma, per cortesia, mi speghi fuori da quale contesto?, così correggo, grazie

il 22/01/2015 alle 11:24

tranquillo, intendevo la mia riflessione può essere fuori contesto, nel senso che io non posso sapere quando qualcuno scrive cosa sperava di trasmettere con le sue parole, alle volte nel commentare io mi faccio trascinare da quello che ho inteso e quello che provo e ho timore di uscire dal contesto magari che la poesia letta in origine esprime...da parte tua nessuna correzione...ciao^^

il 22/01/2015 alle 21:13

scusa ho interpretato male. Condivido quello che dici, Lo scritto è come un prisma che rifratta la luce bianca scomponendola nello spettro, Ognuno ne legge , poi, il colore che più gli piace.

il 23/01/2015 alle 23:26