Pubblicata il 11/01/2015
Vurrje n'auciello addivintà
o na farfalla pe vulà,
pe te restà vicino
pe dirte cha si ò mio,
ma nun l'aggià assapurà
chesta felicità,
nun me vo appartenè
vurrje sapè pecchè!
forse già songo stata
premiata e affurtunata,
pirciò fantasia mia
accuntentete da poesia
e nun fantasticà,
nun ce sta chiù a penzà!
vurrje vurrje vurrje
nunn'ò ssaccio pecchè,
songo domande stupide
che faccio mbiett'à me.
me voglio accuntentà
è chello che me può dà,
nu suonno fresco e limpido
cha felice me po fa!

marygiò
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

Una emozionante visione della felicità intravede l'accontentarsi di mera serenità! Sempre bravissima l'amica mia Mary! Sir Morris

il 11/01/2015 alle 20:33

Grazie della tua assidua presenza per me molto gradita.Maurizio. Buon inizio di settimana. Marygiò

il 12/01/2015 alle 19:10