Pubblicata il 23/12/2014
a piccoli passi avanza
nel tempo d'avvento...
nell'aria si sente già il suo vagito.
si pregusta la gioia del suo arrivo...

oh! dolce bambino che vieni,
che vieni a rinnovare la terra,
si avverte nel cielo una luce nuova
che slarga
che riluce
che purifica.
tutto si rinnovella
non c’è nulla di antico
non c’è neanche una stella
di ieri, del tempo antico che fu...
tutto è nuovo
son nuove le greppie
hanno tepore di abbracci le disertate culle,
calore di fiati turchini
bagliori emana la notte
presaga di nuova salvezza,
le sacche dei miti pastori recano
la nuova speranza
è nuovo il canto d’alleluja
che copre come un manto l’umanità dormiente
la scuote dal torpore indifferente
questa dilagante melodia
che tutto pervade
che giunge nei posti più remoti…
negli angoli più impolverati.
Rifulge di lucore la prima stella
la più modesta, la più bella
che splende come una costellazione,
nuovo universo si prepara
ad accogliere l’Infante divino
aprigli le porte del tuo marmoreo cuore,
Egli è solo un bambino
ma reca nel roseo pugno
il suo scettro regale...

può portarti l’abbraccio divino...
può lasciarti il suo dono d’Amore.
  • Attualmente 2.5/5 meriti.
2,5/5 meriti (2 voti)

Docle attesa decritta con amore! Sir Morris

il 23/12/2014 alle 13:22

Dolce attesa scritta con dolcezza dettata dal cuore

il 23/12/2014 alle 17:19

Grazie Amici, Buon Natale!

il 23/12/2014 alle 17:46

Bellissima !!! Aspettiamo il Divin Bambino con il suo "abbraccio" carico di "dono d'amore"!! Buon Natale! Giovanna

il 24/12/2014 alle 02:37

Grazie Giovanna! Buon Natale!

il 24/12/2014 alle 11:36

Buon Natale anche a te, Annysea! Grazie! Sir Morris

il 24/12/2014 alle 18:41

dolcissima trasmette candore, stupore magia marinella

il 30/12/2014 alle 13:48