Pubblicata il 23/09/2001
Una serpentina, volgare e pungente angoscia,
mi sta dipingendo l'anima di maledetto rosso, di insensato verde pistacchio, di odioso e irritante marrone.
Pensieri, note, spezzoni, stralci di frasi, voglia, poteri, vomito, repulsione, pentimento, ripensamento,
potenziale felicità......
RIFIUTO, voglia di solitudine, di odore di vecchi libri,
pennelli sporchi e pastrocchi di colori asciugati,
vecchi ritmi, striduli arpeggi, e rugose corde....
Controllo del tuo corpo: non mangiare, non mangiare...riesci a non dormire?
Fà che i tuoi occhi si cuociano di sonno, ma prova per una sola volta a sfidarti per poi accettarti.
Angioletti di porcellana, coperta doppia a grandi quadri rossi e neri, sonno.
O Dio dell'amore, voglio accarezzare di nuovo le tue lunghe e sottili mani da pianista,
voglio accarezzare di nuovo i tuoi riccioli voluminosi e scuri,
rapiscimi di nuovo e portami nei deserti sulle madri montagne, seppelite di profondo verde.
Scomponi in qualcosa di immenso, ma concreto,
di scuro, ma compatto.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)