Pubblicata il 05/11/2014
Cammina fra immensi corridoi, in quel posto magico e così reale
per lui
perchè si, è la sua realtà...
il Bello, bello e dannato
così perso e vuoto
solo e con la voglia di scappare
scappare via lontano
dove può sentirsi amato
non per la gloria
non per le vittorie
non per il suo ego così presuntuoso
non per il modo di guardare dall'alto in basso chiunque d'inanzi a lui...
amato per quello che è veramente e forse solo un pò eccentrico ma fa parte di lui
vaga, si nasconde in buchi d'ombra, si affaccia al mondo con lo sguardo perso e le lacrime che non possono uscire
un dolore sottile e pungente
un pugno sempre chiuso
un peso sul cuore
un ragazzo semplicemente maledetto dalla sorte ma con ancora un bagliore di speranza nel suo accenno di sorriso
un sorriso che nasconde da tutta la vita.

( omaggio a Draco.M )
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (4 voti)

Scorre con semplicità e propulsione! Molto bene! Sir Morris

il 06/11/2014 alle 12:10

....Curiosa....

il 06/11/2014 alle 18:18

ispirate entrambe ad un personaggio di una saga di film =)...^^

il 06/11/2014 alle 19:08

si può intuire la saga :) comunque belle parole

il 06/11/2014 alle 20:19

grazie =)

il 06/11/2014 alle 20:46