Pubblicata il 17/10/2014
Poveri versi
scrivo per me
e li depongo
come carezze sul volto
sereno dell’anima.
versi che volteggiano lievemente
sospinti da aliti stupiti,
petali di pensieri
vestiti di silenti malinconie.
paiono briciole di nuvole incantatrici
a nutrire il sogno in divenire
prima che il giorno
coi suoi strilloni di periferia
tutto tramuti in angoscia,
trasportando lontano i miei sospiri.
  • Attualmente 2.625/5 meriti.
2,6/5 meriti (8 voti)

Seducenti petali che abbelliscono quel volto! Sir

il 17/10/2014 alle 19:59

un tocco delicato e sembra di vedere pennellate qual e la'ad impreziosire questa bella poesia marinella

il 17/10/2014 alle 21:11

Vedo volare i tuoi petali leggeri e delicati come le parole da cui sono evocati. Brava! Giovana

il 18/10/2014 alle 00:26

"poveri" versi ricchi di sentimento...a cui affidarsi. brava

il 18/10/2014 alle 13:01

A volte non è male che i sospiri vengano sospinti dal vento,magari si depositano su una terra più fertile di quanto si pensasse e germogliano spontaneamente

il 19/10/2014 alle 21:37