Pubblicata il 03/10/2014
Noi che siamo come burattini
nelle mani d'un Fato perverso;
noi che siamo come marionette
tra le fauci d'un Destino infame;

il nostro retaggio ci fu avverso
sapendo che non avrem bambini;
periron speranze tra le lame
di ferocia ch'alma non ammette.

ci fu precluso il nostro futuro
da crudel sorte oscura e funesta:
mai scorsi panorama più oscuro.

il pianto del cuore mai s'arresta
dinanzi a un avvenire sì duro:
ditemi voi se giustizia è questa!
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

Non ci pensare! Vivi!

il 03/10/2014 alle 14:37

......commosso...

il 04/10/2014 alle 23:04

Si fa presto a dire non pensarci. Ci sono dolori così devastanti che ti si piantano nel cuore, e ce li trasciniamo dietro per tutta la vita. Ma tanto nessuno di voi può capire: sono sicuro che avete tutti una caterva di figli, il vostro futuro è assicurato.

il 05/10/2014 alle 13:59