Pubblicata il 19/06/2014
Claustrofobicamente attento,
il tuo pensiero per me
m'avvolge
oltre le risaie
notti imbevute di gioventù lontana.
"ti salverò"!
e salutava la primavera:
borbotta assonnata
ferocemente viva
arrossendo un poco d'amore
in un bagno di luce....
e tu aspettavi docile
col sorriso ingenuo delle colline tue
speranze e condensa
sulle foglie da te.
al suolo
è il tuo abbraccio
la polvere
restano lì.
gli occhi di una fotografia,
un sentimento eterno
nella tua espressione.
  • Attualmente 2.5/5 meriti.
2,5/5 meriti (2 voti)