Pubblicata il 03/12/2002
...



Dall’ampolla del succo di vita
trasuda una lacrima che dolcemente percorre
vie discendendo dall’appannato vetro
di una finestra dagli occhi profondi.
Adornata di tende dalle ciocche bionde,
ripara gli occhi dal sole che sta nascendo
e percorrere anfratti dell’io non più ramingo.

Veloce scappa dallo spartito una nota
del nero pianoforte
e si diffonde nella stanza dei ricordi,
esorcizzando dolori.

Sulle sue ali si posa una leggera
ed invisibile polvere argentata
che cade sul soffice divano celeste
palpitando con lo stesso battito del cuore.

Scorgo da quella finestra crepe
che lasciano attoniti e un mattone cade
sul petto in ascolto.
L’incontro degli occhi che chiedono
comprensione a lungo rimane fisso
per allontanar quella lacrima
che forse mai più righerà quel delicato
e trasparente vetro.



* Per te.
Dolcemente quella finestra si aprirà facendo scivolare un tiepido raggio di nuovo sole.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Ecco, avevo ragione nel dire che anche tu non scherzi quanto a dolcezza nell'eprimere amore.
Grande, Marco, veramente bella.
Gaetano

il 03/12/2002 alle 22:17

ancora una volta hai idmostrato di avere un grande amore nascsto dentro te, continua così tutto sarà meraviglioso, baci ester

il 04/12/2002 alle 09:04

Lacrima liberazione di sentimenti .. lacrima
dolore inconfessabile lacrima muta che muore dentro noi stessi prendi questa lacrima tienila stretta profumala di rosa e chissà che come
linfa vitale di vita risorga a nuova luce
molto bella ed intensa "five" un bacione MG:)

il 04/12/2002 alle 22:52