Pubblicata il 21/09/2001
Vincitrice del premio speciale nella II edizione del premio "I. Giordani"
di R. Bruno

Sento ripercuotermi nelle orecchie
una lontana eco,
una musica lieve, gentile,
richiamo di felicità lontane,
di tradizioni ataviche.
Improvvisamente ricordo:
è il Giovedì Santo,
il giorno delle processioni dei gruppi sacri
"Le Vare" si chiamano nel nostro siciliano.
Tutti i figli della nostra terra
frustrata, vengono da lontano,
tornano a casa,
come fosse Natale.
Sentono il richiamo della memoria,
la nostalgia di casa,
il vivo desiderio di famiglia.
Ci si incontra tutti sul corso
e, abbracciandosi, si piange
di commozione gioiosa.
E le "Vare" sfilano lentamente
quasi a non disturbare tutta quella gente.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)