Pubblicata il 02/12/2002
...
Ricordi quando per mano
correvamo incontro agli spruzzi
delle onde che s’infrangevano sui
vecchi ed artificiali scogli,
e con le vecchie cartine geografiche
delineavamo i confini del nostro regno
che sempre sembrano sterminati?

Ricordi quando stesi su un telo
umido di brina salmastra spolverandoci
dall’ultimo granello di sabbia,
mettevamo in fila indiana gli astri splendenti
che ricoprivano d’argenti pensieri
i nostri giovani capelli?

Ricordi quando nelle nostre ingenue tasche
un mazzo di chiavi rubato
ci faceva sognare incontri clandestini
che in petto sembravano irrompere
con totale appagamento di sensi?

Ricordi quando con un paio di calzoncini
e tanta tenerezza nei nostri abbracci
eravamo costretti a fermarci
e sottrarre al nostro viaggio
un’ora di passione incontrollabile
fra gli enormi eucalipti?

E ricordi i nostri visi freschi
la prima volta che un contatto di pelle
si mescolava col fresco e refrigerante
pavimento d’una casa lasciata incustodita?

Ricordi?

Io ricordo sempre tutto come fosse allora.
Ed ogni volta che una tua lacrima
bagna il mio petto coperto dai tuoi capelli sciolti,
vorrei raccontarti di quei giorni
che per noi erano eterni,
come ora sono eterne
le mie incontrollabili carezze.




  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

vorreit anto una persona che nn mi abbandoni e che rimanga con em in eterno ester

il 02/12/2002 alle 11:58

Molto tenera, Marco, rievocare questi dolci ricordi nei momenti della tristezza...!
Un caro saluto,
Axel

il 02/12/2002 alle 12:32

Incontenibile eruzione di un uomo d'amore.
Bellissima...
Pr.

il 02/12/2002 alle 12:45

...ce l'hai già!...
...te stessa!

il 02/12/2002 alle 12:53

E' un esplosione di dolcezza e sentimento nostalgico, non inteso come rimpianto, ma come emozionato ricordo. Molto bella. Attento però a non lasciarti invischiare dai ricordi: non starai mica invecchiando ?!! ;-)))))))))))))).
Un sorriso.
Andrea.

il 02/12/2002 alle 13:06

Molto bella!
Una tenera lirica dei ricordi che restano imperituri as garanzai di un grande amore.
E beato te che hai vicino la testimone di tanto afflato.
Bravo e felicemente fortunato.
Er

il 02/12/2002 alle 13:36
GAF

Emozionante e travolgente come solo tu sai fare.
Baci
Elisabetta

il 02/12/2002 alle 13:40

Che posso dirti Pirata! Mi hai coinvolto nel profondo con questo canto dai dolci sapori veri di un amore che nel tempo si fa grande e sempre più intenso, senza soluzione di continuità tra la memoria e il presente, dove anche qualche malinconia aggiunge e non sottrae il sentimento.
Un abbraccio amico.
Max

il 02/12/2002 alle 14:02

...avvolto dalla malinconia...sprigioni emozioni stupende...i ricordi ti scivolano solleticando la mente...e arrivano al cuore con leggeri sussulti...
...è bellissima amico mio...morbida come le gote di una bimba...e dolce come il miele...bravo davvero
...ptciù...simy

il 02/12/2002 alle 15:28

Ancora una volta sei riuscito a commuovermi!
La dolcezza dei ricordi che mitiga un presente tormentato.
Semplicemente bellissima.
Continua a conservare i tuoi, pardon, i vostri ricordi e fanne il cibo per alimentare un amore senza fine.
Gaetano

il 02/12/2002 alle 15:33

Forza shallys che la fortuna sarà con te!
Un abbraccio confortevole.
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:30

Sono proprio quei momenti che aiutano i ricordi!
Grazie Ax!
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:32

Grazie Principe ma il merito è della storia che ci ha uniti in una sola anima.
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:32

ahahahha invecchiando?
Ma non scherzare il pirata è sempre più giovane. Se non fosse per gli acciacchi....ahahhaha
Cià e grazie amico!
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:33

Si Nemo mi ritengo beato e fortunato.
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:35

Grazie Elisabetta i tuoi commenti son sempre graditi.
Un baciotto!
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:35

Nei momenti di dolore e malinconia saper e voler ricordare i momenti della nostra storia che son rimasti magici,
riesce a farci superare gli ostacoli.
Io ci provo, speriamo....
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:37

Grazie sorellina sempre molto gentile e profonda!
Ti abbraccio dolcemente con la malinconia che mi accompagna!
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:38

Si per Noi è pane quotidiano che alimenta la passione e cancella i dolori.
Grazie Lupo!
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:39

Mi sei sempre cara Sera!
Un abbraccio sincero per la tua attenzione e la calda tenerezza che mi regali!
;-)
M'

il 02/12/2002 alle 17:40

grazie milel epr el tue parole ester

il 02/12/2002 alle 18:53

certo è il sole nascerà nel mio cuore di nuovo ester

il 02/12/2002 alle 18:54

Notti d'estate con te
a guardare le stelle,
sulla sabbia sdraiati
la tua mano stringeva la mia.
Poeti, viaggiatori ed amanti,
navigatori di sogni,
lassù il cielo nero solcate
trapunto da miliardi di luci.
A voi cantiamo parole d'amore
composte dal tempo,
accompagnati dal mormorio
delle onde.

Quante cose amico mio, in comune.
Quante ne scriviamo su medesimi ricordi.
Unica invidia:
tu puoi ancora condividerli

un abbraccio
Luigi

il 02/12/2002 alle 21:57

..i ricordi essenza pura d'eterno...chiusi come uno scrigno, aperti come una tenera rosa...questo mi evocano i tuoi versi..Cia' Marco..

il 03/12/2002 alle 10:23

Non è la poesia fantastica ma Voi con i vostri apprezzamenti e soprattutto gli indelebili ricordi che alimentano la Nostra Storia!
Grazie dolcezza, sempre più dolce!!!
;-)
M'

il 03/12/2002 alle 11:28

Sei fantastico Luigi. L'affinità che ci lega è quasi "irreale"!!!
Un abbraccio Amico!!!
M'

il 03/12/2002 alle 11:42

Grazie Bando in effetti la semplicità era una mia priorità in questa poesia. Non c'è modo migliore essere più espliciti possibile per ricordare i bei momenti passati in allegria insieme all'amata!
Ti ringrazio ancora, salutandoti!
,-)
M'

il 03/12/2002 alle 11:47

Grazie LL, sempre molto dolce con me!
Un sorrisone di dolce tenerezza!
M'

il 03/12/2002 alle 11:48

Bellissima e commovente. Vivere il presente che è frutto di un meraviglioso passato e che sarà frutto di un meraviglioso futuro, con teneri ricordi passati e con tanta dolcezza presente.

il 10/12/2002 alle 09:23

Meraviglioso questo amore che attraversa il tempo e giunge ancora a carezze incontrollabili.
A volte può sembrare vero. Ti abbraccio

il 06/01/2003 alle 19:29