Pubblicata il 13/02/2014
ho scritto poesie per tutte le stagioni
per tutte le ragioni
per tutte le passioni...
ma ora non scrivo più.
l’anello d’acque lucenti
ha smesso il moto.
la fonte d’acqua azzurra
si è seccata.
la rena d’oro che filtravo tra le dita
è polvere di silicio
nera come il silenzio
muta come la notte.
non scrivo più parole;
il setaccio delle pepite si è forato
la gola del gabbiano è senza suoni
e il passo della Luna è confinato
in un recinto orfano di stelle.
  • Attualmente 4.28571/5 meriti.
4,3/5 meriti (7 voti)

Anch'io ho pensato di non scrivere più, cara Anny.. ma le parole sono più forti della mia volontà di sterminarle! Molto belle le tue frasi che condivido appieno! Brava! Sir Morris

il 14/02/2014 alle 00:07

da un sentimento misto di rassegnazione e rabbia ne scaturisce talvolta un capolavoro....e questi tuoi versi lo sono! molto bene Anny

il 14/02/2014 alle 10:02

se le parole ti sembrano assai strette allarga l'orizzonte e prova con scultura o pittura o musica l'esprimersi non è un dovere ma semplice ed intrinseco piacere

il 14/02/2014 alle 10:22

Astio, grazie per il bel consiglio, infatti faccio attività artistiche varie, ceramica, decoupage, cucina e varie!!!!

il 14/02/2014 alle 10:44

come ti capisco...!

il 14/02/2014 alle 11:36

Anch'io poche settimane fa, ho "esternato"" come tu fai oggi. Poi mi sono reso conto della mia ingenuità, nonostante l'età, Le dinamiche "sublimate" di PH sono le stesse verità prosaiche della vita, oltre la bravura bisogna, a volte, mettere in campo altre abilità che non starò certo qui ad elencare...avrai intuito a cosa mi riferisco. I franchi tiratori, imbevuti di sadismo e placcati di lustrini buonisti, ce ne sono dappertutto, quindi non ti stupire di ricevere meriti irrisori. Spesso il basso punteggio è inversamente proporzionale alla validità del brano. Più preoccupante è il meccanismo del "cotti e mangiati", dai l'anima per una certa cosa che spesso raccoglie pochissimi consensi e ancor meno punteggio (ma non siamo all'asilo) e poi tutto si esaurisce, nel bene o nel male, nello spazio di pochi giorni. E qui sta il brutto, o forse anche il bello, perchè c'è una giustizia in tutto questo: tutto si livella (di decurtisiana memoria). Poesie belle e brutte finiscono insieme nel cestino dell'oblio. Forza e coraggio cara Annysea, c'è di peggio...Comunque brava, e non è un complimento, è la pura verità . Il complimento è una verità ipocrita. A rileggerti presto, ne sono sicuro.

il 14/02/2014 alle 18:09

ancientdreams grazie per il tuo commento...è vero, non siamo scolaretti, a presto.

il 14/02/2014 alle 21:40

lirica un po' triste e sofferta,ottimi versi;spero che continuerai a scrivere,sei bravissima;piaciuta

il 15/02/2014 alle 05:12

di questo tuo addio ,ma io mi auguro di no!!,hai fatto un piccolo capolavoro .brava quando avrai altre emozioni da esternare ,ritornerai a scrivere perche' scrivere,nel bene e nel male,aiuta sempre.ciao marinella

il 15/02/2014 alle 09:36

Marinella cara, era solo un momento di sconforto, io non mi posso separare da questo sito che amo.

il 15/02/2014 alle 09:46

Ci sto passando anche io in questo oblio... Ma tu no! Impossibile, guarda e leggi cosa hai appena scritto.... Un bacio Poetessa!

il 17/02/2014 alle 07:45

sono felice che il momento fosse solo un momento, sei preziosa cara anna, non solo al sito in generale....ti abbraccio cara mia, a volte le parole s'aggrovigliano allora è giusto staccare un attimo lasciare che si sbroglino da sole magari aiutandole stuzzicandole con nuove forme...ti abbraccio cara amica, andrea

il 27/02/2014 alle 01:31

Bellissima! Anch'io ho smesso di scrivere per un sacco di tempo ma poi il richiamo è stato troppo forte anche se, va detto, non deve essere soggetto a tempi e ritmi stabiliti. Un saluto!

il 28/02/2014 alle 14:39