Pubblicata il 29/01/2014
Lontano, il tempo si scioglie
nel crogiolo delle tue pupille!
sino a quando i silenzi avranno parole
nelle nasse dei pesci d’oro,
dimenticati dai pescatori
sull’arenile.
scende scalza anche la luna
dalla sua biga d’argento,
avvolta come femme fatale
in uno scialle di lamè!
cammina a piedi nudi, la luna
lasciando scie luminose
briciole di sorrisi e lacrime
per catturare sciami di stelle.
orme lucenti mi abbagliano
quando il sonno tarda a venire
e conto ad uno ad uno i tuoi versi d’amore,
sospesi come diamanti,
tagliati
con una lama lucente e mutevole
come taglia la lontananza.
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)

e contare le poesie non fa venire sonno...

il 29/01/2014 alle 17:10

Graditamente bella! Sir Morris

il 29/01/2014 alle 17:42

chi canta cosi mani che bucano come spilli d'argento il velo del tempo e lasciano il segno per i passanti ,tu bravaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa come sempre

il 29/01/2014 alle 19:03

ci sono parole belle come regali,come queste tue.brava marinella

il 30/01/2014 alle 10:05

a me piacciono le tue Parole, ciao Marinella da parte di Marinelli! Grazie!

il 30/01/2014 alle 11:30

brava :-) :-)

il 31/01/2014 alle 08:15

Grazie a tutti , un bacio!

il 31/01/2014 alle 10:36