Pubblicata il 22/12/2013
Dimmi
come si fa
ad inseguire un sogno
perduto nella lontananza
di un’illusione?

dimmi
come si fa
a trattenere le lacrime
di chi ancora sfiorava
gli orizzonti
col pennello d’infinito
e riusciva a colorare
la speranza
col cuore in fiamme?

nel vuoto del presente
mi ritrovo a piangere
per l’abbraccio dissolto
per lo sguardo di una donna innamorata
ormai sfumato
nell'immagine imprecisa.

e allora?
raccolgo i residui
del pianoforte reciso
e conduco nell'aria rarefatta
le note dolenti e stonate
di una melodia
che rimane
impalpabile chimera
di chi non è riuscito
a chiudere nel pugno
le possibilità del cuore.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)

Graziosa illusione!

il 23/12/2013 alle 08:39

Io non lo so come si fa... Hai scritto dei versi meravigliosi, davvero molto bravo! patty

il 23/12/2013 alle 14:57

versi incommentabili ,perche' meravigliosi bagliori ti bloccano un inchino e saluto

il 23/12/2013 alle 16:06

Grazie infinite, Sir, Patty e Paul!

il 23/12/2013 alle 17:39

Anch'io non so darti risposta come ben sai....il testo è molto bello, trovo affinità col tuo sentire.... l'ultima strofa mi ha anche ricordato un testo scritto la scorsa estate che però non ho voluto pubblicare, forse dopo questa lettura lo farò, forse....intanto bravissimo, il sentimento e linquietudine di chi cerca c'è tutta...andrea

il 02/01/2014 alle 20:49

Grazie per le belle parole, Andrea! Aspetto la pubblicazione del testo scritto la scorsa estate. Anch'io trovo delle affinità con te. Buon 2014. Un abbraccio Ignazio

il 03/01/2014 alle 19:42

Che meravigliosa poesia colma di sentimento e rimpianto,non so cosa scrivere.Complimentissimi!!!!

il 01/03/2014 alle 21:25

Grazie a te, carissima amica. Tengo molto ai tuoi commenti. Ti auguro una buona domenica. Un abbraccio Ignazio

il 01/03/2014 alle 23:45