Pubblicata il 09/12/2013
Oh dolce Bambino che vieni
a rischiarare la nostra oscurità,
pervadi con la tua luce divina
la nostra vita quotidiana.

Tu conosci tutto di noi,
ogni nostro respiro ti è noto,
ogni ansia nostra è da te condivisa,
ogni speranza è da te caldeggiata
come di una cosa Tua.

Vieni, vieni e non più indugiare
nel Tuo regno che si estende oltre
ogni confine planetario,
oltre ogni pensabile dominio,

Tu, assiso su di un trono
di perenne aurora, dove sgorgano
le sorgenti della Luce.

Tu, "fuoco bianco, insostenibile
alla vista e all'umana natura" scendi
a debellare l'avanzata delle ombre
capeggiata dal tuo eterno rivale.

Vieni a spargere sorrisi
sui volti corrucciati dalle ansie,
lenisci l'umano dolore, e tergi ogni lacrima.

Sconfiggi la guerra
e innalza baluardi di pace
sulle terre insanguinate dai conflitti,
dove il fratello spara al proprio fratello,
e bimbi innocenti muoiono per strada.

Ma Tu vieni; vieni e proclama
il Tuo editto di pace,
e la Tua legge d'Amore
si estenda su tutte le nazioni della terra,
in ogni regione del mondo
dove respiri un vivente
e, liberati da ogni egoismo e da ogni indifferenza,
sappiamo accoglierti con cuore innocente.

Vieni, oh vieni Bambino
fasciato di Luce immortale,
fa che per ognuno di noi si rinnovelli
il miracolo del Santo Natale.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Immensa! Stupenda poesia! Grazie!

il 09/12/2013 alle 10:04
Raf

scritta con un grande cuore!

il 09/12/2013 alle 23:06

il cuore detta una mano scrive sei bravissima un applauso di 30 minuti per te,un salutone

il 12/12/2013 alle 18:26