Pubblicata il 29/11/2013
Prendi un inverno,
quello del cuore,
metti il ricordo dei baci,
gelido come tramontana,
che alla memoria
non dà calore.
vuoto dentro,
gelido del tuo esserci,
che un sole scialbo
non riscalderà.
e' un senzatetto all'addiaccio
il gelo del tuo abbandono
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

Il distacco, l’assenza, il rammarico e la consapevolezza della mancanza incolmabile, quando qualcosa che ha riempito la vita finisce, diventano la consapevolezza che niente sarà più come prima. E si concretizza anche la certezza che la vita continua, nonostante tutto e nonostante il desiderio di fermare gli attimi e fare finta di nulla. Hai scritto una bella poesia che rende appieno quei momenti infiniti in cui la tristezza cammina al fianco di chi soffre! Buona luce!

il 29/11/2013 alle 22:07

Rappresentativa, mi rispecchio nelle tue parole , quando sono negativo. Un saluto ALEX.

il 30/11/2013 alle 16:55

Rappresentativa, mi rispecchio nelle tue parole , quando sono negativo. Un saluto ALEX.

il 30/11/2013 alle 16:55

che tristezza . pupetta.

il 02/12/2013 alle 13:25