Pubblicata il 21/10/2013
Vaga la solitaria cernia
fra prati di poseidonie
e sprazzi di corallo.
conduce la sua vita
tra muraglie sommerse
di vecchi continenti.
osservano i suoi occhi
idoli faraonici
di civiltà antichissime
posati sui fondali.
osservano i suoi occhi
uomini senza nome
di civiltà moderne
sepolti sui fondali.
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (10 voti)

Bella

il 21/10/2013 alle 13:25

Un posto d'osservazione originale. Poi la cernia guizza via....

il 21/10/2013 alle 17:29

Belle immagini poetiche.patty

il 21/10/2013 alle 18:42
Jul

Bella, ha reso la solitaria cernia quasi una dea degli abissi... Ciao

il 21/10/2013 alle 20:27

Piaciuta

il 21/10/2013 alle 21:31

I fondali che ospitano le grandi cernie ..ed insieme ai resti del passato ed alle poseidonie , ospitano troppo spesso poveri resti di umanità. . Grazie a voi tutti per le vostre parole.

il 21/10/2013 alle 22:42

Piaciuta, brava

il 23/10/2013 alle 21:45

invidio la Cernia per la sua esperienza bela paoesia,un saluto

il 24/10/2013 alle 17:49

ellole bella ariciao

il 24/10/2013 alle 17:49

La invidio un poco anche io , per quel girovagare solitario , per quei fianchi marezzati di giallo in campo bruno e per l'imponenza non indifferente. Si la cernia è sempre uno spettacolo . Non impolta pel ellole..Ciao!!

il 24/10/2013 alle 21:08

Grazie Tear , un saluto.

il 25/10/2013 alle 07:36

Partocalare, mi hai colpito e mi hai collocato, attraverso i tuoi versi, proprio in quel prato di poseidone!

il 28/10/2013 alle 13:07

Ti ho veduto e sembravi apprezzare la bellezza di quell'ambiente.Grazie Voceventosa.

il 01/11/2013 alle 19:42

In questa poesia ha sostituito i tuoi profondi occhi ed il tuo sentimento a quelli della cernia descrivendo uno scenario ricco di magia di colore di vita e di passato E' bellissima! Il mio più caro saluto. Giorgio

il 07/12/2013 alle 17:38

Ti raggiunga il mio, dovunque tu sia ! Bellissima è anche la costanza e l'entusiasmo con cui sostieni i miei pensieri ; per me è tanto Giorgio.

il 07/12/2013 alle 21:51