Pubblicata il 14/10/2013
finche' non sei morto
e come darmi torno,
guardavo il cielo come tutti
giorni belli e giorni brutti......

ma da che non ci sei piu'
e volato sei lassu',
le nuvole sono differenti
lo racconto alle genti....

gli occhi increduli ed evidenti
le mie parole impertinenti,
sono nuvole d'angeli
e perche' il cuore non geli....

mostra tante forme strane
ma che non son mai vane,
a volte son figure
nascoste le radure......

a volte letterine
che accompagnano le rime,
a volte la sua iniziale
che fantasticar la pena vale.....

poi pensi e ripensi
se capita davvero o sono sensi,
che a non dimenticare
ci fanno ricordare.....

che sono nuvole d'angeli
che ormai son senza veli,
che ballano incantati
con gli amori sempre amati......

nuvole che son ali d'angeli
perche' il cuore non geli....
e' la forza di fantasticare
che ci permette di continuare.....

al mio angelo....
c.barux
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)

Molto Brava

il 14/10/2013 alle 22:27

cio' che occhi e cuore vedono....nel cielo.....grazie a voi per i vostri commenti.

il 17/10/2013 alle 00:00