Pubblicata il 11/10/2013
I suoi turgidi
occhi opalescenti
mi raccolsero di sorpresa
mentre ero seriamente
intento a scivolare
lungo i bordi
della quintessenza
che andava
scientemente franando
come una cattedrale
di sabbia nel deserto
violata dal ghibli
e delicatamente mi ripose
nella raccolta differenziata
come una bimbetta
che accomodi il bambolotto
nel lettino di bambagia.
l'accaduto non mi lasciò
del tutto indifferente.
una parte di me
era ancora viva.
ora si trattava
di vedere
dove cazzo fosse finita.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

Bravo

il 11/10/2013 alle 12:51

Bel finale

il 11/10/2013 alle 21:54

grazie

il 12/10/2013 alle 08:46