PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 24/11/2002
Io sono vivo,
mi tocco sopra e sotto
ho sale in bocca
e fluidi argomenti,
tra pizzichi e ruchetta
sopravvivo.....
al palio della vita.


io sono vivo
respiro il canto
solfeggio la natura,
di vento ho voglia
e di stagioni in borsa,
resto....nella misura,
un'oncia é il grano d'orzo
vertigine di foglia.


  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

alle volta dimentico che sono viva compliemtnie ster

il 24/11/2002 alle 13:49

Quasi un "vivo ergo sum", un riflettere su se stessi grazie alle sensazioni ed emozioni, desideri e speranze, senza mai perdere di vista la realtà, anche nei sogni più spinti...
Molto bella ed incisiva, caro Antonio.
Un abbraccio
Axel

il 24/11/2002 alle 14:17

Tutto in pochi versi Antonio, una dimensione di vita che scorre tenendo saldi i punti fermi. Mi piace assai Amico :-)
Un abbraccio.
Max

il 24/11/2002 alle 14:23

Per dovere di verità, e certo del consenso di Antos, mi corre l'obbligo di specificare che questo è il brano a quattro mani scritto insieme e non l'altro a firma Antos apparso oggi in PH, esclusivamente suo. Con il carissimo Antonio abbiamo una forte compenetrazione di spirito e di qui la "veniale" confusione sui due brani, testimonianza tuttavia sintomatica di questa intima assonanza :-)))
Un salutone Antò!
Max

il 25/11/2002 alle 11:59