Pubblicata il 14/09/2013
Il corpo che ti accolse e ti perse
ti amò come pioggia il deserto
non fu tradimento
non tutti non solo
pezzi di cuore
o almeno non tutti
quelli migliori

oh Calliope!
non cedere il posto a Talia
c’era vento domani
scompigliava le chiome
dei ciliegi pesanti di rosso
colonne d’Ercole allora
e mani amorose a difesa.
sicuro presagio dei giorni a venire.

ti amò come neve l’estate
ti amò come legna il camino
ti amò come suono il silenzio
ti amò come ieri il domani
il corpo che ti accolse e ti perse
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (6 voti)

Ode alla dea della Poesia ispiratrice di Omero, bravissima cara eos, un abbraccio,patty

il 14/09/2013 alle 11:57

Classica, erudita con preziosi riferimenti mitologici ed un finale da ballata. OTTIMA e complimenti. Tutti i calami non te li nega nessuno.

il 14/09/2013 alle 12:23

Molto bella e seducente!

il 14/09/2013 alle 14:22

non solo erudita ma ricca di immagini uniche e sorprendenti in uno stile che stento a riconoscerti....mi hai conquistato...più di sempre....e i versi finali sono magici nei loro ossimori....spero che nulla di brutto ti aleggi intorno, intanto alla tua poesia, dico stupenda...ciao brava eos, andrea, ti abbraccio^^

il 14/09/2013 alle 22:13

Intensa e vibrante... molto bella, complimenti!

il 21/09/2013 alle 11:18

ringrazio di cuore tutti per i gratificanti e bei commenti! mi scuso per il ritardo e vi abbraccio tutti eos

il 25/09/2013 alle 11:49

Un'energia statica fosforescente , favolosa poesia Eos mi prende e mi trascina dove non vorrei. Marygiò

il 25/09/2013 alle 12:31

grazie marry, mi mancavi....sono contenta che ti coinvolge. bacioni eos

il 02/10/2013 alle 11:22

ciao socio:-) eos

il 02/10/2013 alle 11:23

haaa l'amore ,che contrasto di emozioni!!!!

il 20/11/2013 alle 12:37

eh sì, inferno-paradiso in un istante.......:-) grazie Rosa. un abbraccio eos

il 21/11/2013 alle 19:56