Pubblicata il 24/08/2013
Io bambino, mi ero addormentato nelle braccia di mia madre e avevo fatto un sogno.
il sole era già alto in cielo, e intorno a lui non c'era neanche una nuvola.
dove io vivevo, non era solo pianura
ma c'erano anche dei monti.
sui monti non c'era la neve e gli alberi erano tutti fioriti.
i loro fiori emanavano un profumo che
chiamavano libertà
era bello stare fra le braccia di mia madre,
mi sentivo sicuro e protetto perché fuori c'era la guerra dei poveri.
tante persone gridavano.. lavoro e libertà!!
perché nessuno aveva un lavoro e sembrava di essere tornati ai tempi della dittatura. Sognai anche...che ogni persona
doveva consegnare i propri beni, e chi veniva trovato a spendere con dei soldi,
doveva dire alle guardie dove li aveva presi.
a mio padre le avevano sequestrato la bicicletta.
a un vicino di casa avevano sequestrato il trattore e tutti gli animali.
ad un altro signore la barca da pesca.
ad una signora che passeggiava, molto elegante e aveva al polso un bracciale d'oro, le guardie avevano verificato con il redditometro se poteva possederlo.
che spavento mi sono preso a vedere tutto questo.
svegliatomi, dissi a mia madre:
mamma, ho fatto un sogno...
lei stringendomi forte nelle sue braccia disse: figlio mio, non è un sogno quello che hai fatto, è tutta realtà...sono tempi di dittatura.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (5 voti)

trovo lo spunto un buon incentivo a riflettere

il 24/08/2013 alle 18:50

5 pieno,,, molto intelligente e piacevolissima! Un abbraccio da Morris

il 24/08/2013 alle 20:11

Bene ,è quello che volevo....Meditate gente. Grazie del tuo commento. Un saluto eclisse.

il 24/08/2013 alle 20:16

Grazie Sir, molto buono. Ti abbraccio anche io ciao Aldo

il 24/08/2013 alle 20:18

Buon senso ed equilibrio di saggezza...Gaber cantava " La libertà non è star sopra un albero, non è neanche il volo di un moscone, la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione. Ha ragione la mamma...Molto bella. ☺☺☺

il 25/08/2013 alle 09:24

Sono contento che tu hai citato Gaber. grazie del tuo commento molto bello. Un saluto eclisse.

il 25/08/2013 alle 18:01

letta d'un botto....avrei voluto fosse un sogno piu' lungo ancora .....perche' racconta il tempo che fu......tra le braccia di tua madre.....bellissima......

il 26/08/2013 alle 15:13

Ciao Carmen è un piacere sentirti. alla prossima cercherò di fare un sogno più lungo ma anche più bello. Spero sempre tra le braccia di mia madre ma fra gente felice. Credo che ultimamente la nostra Italia ..produce solo poveri. Un caro saluto a te e un bacione alla tua bambina. Aldo.

il 27/08/2013 alle 00:05

La cosa peggiore é la nostra codardia. ..

il 30/08/2013 alle 07:17