Pubblicata il 20/11/2002
Terra nelle tasche
e terra tra le mani.
Uva acerba.
Erba secca.
Il sole
è il peggiore dei sogni.
Non c'è acqua.
Legioni
di insetti escono
dall'orizzonte.
Ed io
giro intorno, giro
intorno sempre più
frenetico.
giro, cado.
Solo muove
i muscoli la bocca,
la lingua,
il sapore
misto a sangue
del fango.
Cos'è mai
quella luce nera
che vedo ?

  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

caro trigo, per grasn parte della mia vita mi sonos entita come le sensazioni che provo in questa èpoesia baic ester

il 20/11/2002 alle 16:01

La disidratazione, come hai giustamente intuito, è" disidratazione " di affetto, di sentimenti, è aridità del cuore, ed è bruttissima!!! ciao, un bacio.
Michele

il 20/11/2002 alle 16:50

E' una " disidratazione " non di acqua, ma di affetti, di sentimenti... grazie per i complimenti. Baci.
Michele

il 20/11/2002 alle 16:51

lo so e acneh fin troppo ebne bacioni ester

il 20/11/2002 alle 19:22

chi scrive liriche cariche di emozioni come le tue non può meritare disidratazione di sentimenti. Baci.
Michele

il 21/11/2002 alle 16:56

ti ringrazio, Ale, per il bellissimo auspicio. baci.
Michele

il 21/11/2002 alle 16:57