Pubblicata il 15/07/2013
C'è nell'aria
la vendemmia di un giorno
che declina il capo
in grappoli di luce rossa;
- già la notte progetta
sogni di velluto da appuntare
tra le trecce sciolte -

conterò
i miei versi ad uno ad uno
per dormire in attesa di sognarti.

sono qui,
a rileggere le lettere scritte
e non spedite mai.
-una ciglia sfuggita dagli occhi
sigilla le buste senza destinatario -

con la mia valigia
di versi invenduti
organizzo sugli scogli
un meeting di ricordi,
mentre,
nell'ascella del porto,
le rare barche assonnate
cullano nostalgie di uomini
addormentati
con il mare nelle vene
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (4 voti)

good

il 15/07/2013 alle 16:59

Stupenda, veramente stupenda, complimenti per il lessico magistrale.patty

il 15/07/2013 alle 19:39

Versi a cuore aperto, marcati da figurazioni e ritmo affascinanti.

il 16/07/2013 alle 11:06

.....Bisognerebbe soltanto leggere....ma lo scrivo per dire che l' ho fatto.....; rom.

il 16/07/2013 alle 14:31

ottimamente piu' ottima dell'ottimo gia' ottimizzato,saluti

il 16/07/2013 alle 15:46

ottimamente piu' ottima dell'ottimo gia' ottimizzato,saluti

il 16/07/2013 alle 15:46

stupenda. bellisima. sempre brava. abbraccio.

il 16/07/2013 alle 17:30

L'ho letta mentre sorseggiavo un bicchierone di succo di mela: ho bevuto quel mare!

il 17/07/2013 alle 17:10

ohhhhhhhhhhhhhhhhhh! è rimasto qualcosa sul fondo del bicchiere?

il 17/07/2013 alle 18:39

La tua firma!

il 18/07/2013 alle 15:09

ahahhahahah! grazie Sir!

il 18/07/2013 alle 15:35