Pubblicata il 18/11/2002
Solo,
tremante,
grigio,
pelle vibrante, rotto e spento
come gioco donato
alla polvere.
Vedo :spirali di normalità,
rassicuranti, terribili, incuranti.
Ascolto :parole fatte solamente d'aria.

Su pietra vecchia di anonimo muro mi raccolgo, mi stringo, mi consolo, mi conforto.

Sussurro al mio cuore, alle mie vene di continuare a scorrere,
alla mia mente, di fermarsi a riposare cullata dal mio respiro.



  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

molto veritiera ester

il 18/11/2002 alle 21:57

Credo di aver capito come ti senti, mi capita spesso... avrei voluto scriverla io. Bravo !
A.

il 18/11/2002 alle 23:14