Pubblicata il 31/05/2013
L'alba della vita
a tutti dona doni
si puo' esser nati alti
o capitare nani

due donne di Fiesole
di diversa estradizione
non incrociaron mai sguardo
per non cambiar opinione

percorsero le strade
di quella gran Toscana
dove al buon vino
s'aggiunge la fettunta

da giovani avvenenti
piu volte invitate
mai diedero del corpo
ad altri i sentimenti

pensando tra lor stesse
che quest'a grande attenzione
mai fine avesse

col tempo che galoppa
come destrier impazzito
si trovano da sole
senza aver marito

la primavera e' andata
presto giunge inverno
quello che un tempo fu tesoro
adesso e' solo legno.

giuseppe Ciaravolo
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Purtroppo capita spesso tal destino! Bene, Astio.. racconto carino!

il 31/05/2013 alle 21:55

scelta volontaria o vana attesa?questo e il dilemma

il 31/05/2013 alle 22:10

Ambedue le cose, una scelta volontaria di attesa, comunque nata dal tipo di educazione...il fatto che si sia dimostrata vana è una delle possibili conseguenze. Sicuramente interessante, A.G.

il 31/05/2013 alle 22:33