Pubblicata il 16/11/2002
pietosi ti guardano

e tu scavi ancora
a mani nude
la pelle delle dita
si spacca e crepa
come spaccati e crepati
sono i muri che ti circondano

solo rabbia e
neanche più lacrime
lo sai bene
che stai cercando
dei sepolti
per seppellirli
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Poesia rabbiosa, grintosa, nervosa, carnale, da urlare.
Bella.
Brava
N.

il 16/11/2002 alle 20:36

concordompienamente con quello ceh nemo ti ha commentato belal davvero, ester

il 17/11/2002 alle 07:39
flo

Ciao Nicole,
Esprimo il mio apprezzamento per questa tua poesia, che mi colpisce per la forza con la quale l'hai scolpita.
Floriano

il 17/11/2002 alle 09:10