Pubblicata il 28/05/2013
I poeti non dicon
mai verita'
perche ispirati
da chissa' quale
misteriosa forza

molti che non lo sono
si sforzano inutilmente
girando intorno
per copiare stile,forme e senso

l'ermetismo bislacco
resuscitato piu' volte
piu' per pigrizia
che per amor dell'intelletto

dilaga in ogni forma
facendo di un somaro
un figlio d'Apollo prediletto

le stesse parole
se potessero parlar
per conto proprio
si rivolterebbero
contro costoro

spesso tutto il mistero
si riduce a semplice
vanagloria

le parole sono piu di come sembrano
universi paralleli
di infinite logiche
per infinite realta'.

giuseppe Ciaravolo
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)

Non condivido le parole ma ne rispetto il senso!

il 28/05/2013 alle 10:43

del comunicar veramente cose attraverso le parole ognuno immagine propria fa della cose stesse,il senso non ne giustifica la molteplice natura della parola stessa(insieme di lettere, immagine, senso)

il 28/05/2013 alle 11:16

Quindi avrete compreso anche le mie!

il 28/05/2013 alle 15:26

in un certo senso ,ma delle sole opinioni quale valor potra' portar conoscenza certa?

il 28/05/2013 alle 16:10

Mettiamo caso, quindi, che ne abbia condiviso parole e senso!

il 28/05/2013 alle 16:13

sarem simili nella condivisione di intendimendo per scongiurar fallace opinion...

il 28/05/2013 alle 17:00

Quindi.. a questo punto.. abbiamo insiem raggiunto uno scorcio di conoscenza ?!

il 28/05/2013 alle 17:17

una conoscenza relativa sir, perche'dell'assoluto non vi e 'certezza,essendo indeterminate le immagini che noi proiettiamo di esso a cio aggiungo una mia citazione:Nessuna cosa e' impossibile all'uomo che di cultura ne fa strumento e non suo paravento.

il 28/05/2013 alle 17:38

accidenti...e io che credevo che era semplicemente, poesia, ma...un grande ciaooo a tutti e due Rosa

il 28/05/2013 alle 19:40

Un bacio a voi, cara Rosa!

il 28/05/2013 alle 23:46

ricambio con affetto rosa...

il 28/05/2013 alle 23:52

Messere, credo che sia diventata una sorta di abitudine ed alibi quella di abbattere tutti i possibili paletti! Essendo profondamente salomonico.. credo che dentro di noi esista il mero assoluto per determinate situazioni..ma facciamo finta di niente perchè non ci conviene evidenziarlo! I vincoli occorrono perchè ne dobbiamo essere consapevoli e responsabili verso i più piccoli.

il 28/05/2013 alle 23:56

Sir,e' difficile determinare certezze assolute ,esse risulteranno sempre relative alle nostre immagini e al nostro modo di percepire e memorizzare la realta'.soggettivita' ed oggettivita' procedono in continua trasformazione in ua specie di danza cosmica dove simultaneamente scambiano informazioni.L'assoluto e' indeterminabile.Chi crede di averne la conoscenza proietta solo una relativa immagine.tutta la materia vive relta intime e realta' oggettive in funzione delle leggi che in natura trasforma perennemmente.I nostri giudizi sono relativi al nostro genere destinato come altri a trasformarsi in qualcos'altro.Dogmi e certezze non confutate sembrano dar maggior tranquillita' alla stabilita' della vita ma non e cosi, l'utilita' stessa delle cognizioni e sempre relativa,

il 29/05/2013 alle 10:42