Pubblicata il 24/05/2013
Un giorno presi una decisione
chiamai "il bene" e il "male"
invitandoli ad una comune cena
senza dire nulla dell'altrui invito.
ci ritrovammo in tre in un tavolo
in un locale di modesta periferia.
i due si guardavano in faccia
mentre io guardavo i loro volti.
presi le mani dell'uno e dell'altro
e le avvicinai pian piano tra loro.
i due, stavolta, fissarono me
e, all'unisono, mi sussurrarono:
"Non possiamo fare nulla per voi, Sir Morris
il bene ed il male fanno parte dell'uomo
noi possiamo fare ben poco
ache se voi riusciste a farci stringere la mano
l'uomo riuscirebbe ad infrangere comunque tale accordo"!
si alzarono, mi ringraziarono e.. continuai da solo la cena.
  • Attualmente 2.5/5 meriti.
2,5/5 meriti (6 voti)

Riflessioni condivisibili, uno stile diverso ma sempre coinvolgente.patty

il 24/05/2013 alle 10:32

Grazie di condividere con me il vostro acume dolcissimo!

il 24/05/2013 alle 10:37

chapeau,caro sir,lei e' sempre piu' interessante.ripeto l'abbraccio marinella

il 24/05/2013 alle 10:40

Lady Marinella, abbraccio le vostre coraggiose braccia!

il 24/05/2013 alle 10:42

questa e' strapiaciuta per cui lancio dalla finestra 3 piano senza paracadute ma con soffice materasso e appena atterato un clap clap clap ,un salutone

il 24/05/2013 alle 16:10

La riflessione è condivisibile!Il Bene e il Male sono due entità che non potranno mai incontrarsi,in quanto sarà la scelta e adesione totale ed assoluta al Bene da parte dell'uomo e individualmente e come umanità a determinare l'unica vittoria possibile;è una lotta dentro ciascuno di noi.L'uomo che sceglie il male è destinato a soccombere ad esso........come Faust!Sir Morris,la vostra è poesia e posizione di pensiero.Complimenti.Lucia.

il 24/05/2013 alle 16:22

Messere Paolocci, i vostri complimenti sono sempre istrionicamente spericolati! Mi fate morire! Lady Lucia, sempre peculiarmente attenta ad ogni sfumatura, siete incredibile!

il 24/05/2013 alle 19:18

difficilmente tu morirai perche' hai fatto parte della tavola rotonda , sono un amico di Merlino.ciao

il 24/05/2013 alle 19:38

Messere Paolocci, mi avete conquistato: siete un vero cavaliere pari a Lancillotto e Bedivere!

il 24/05/2013 alle 20:12

Inevitabile. Come la vita e la morte.

il 30/05/2013 alle 22:48

Dolce Pippi!

il 30/05/2013 alle 23:19

Il bene esiste perché esiste il male e viceversa. Ognuno di essi si evidenzia proprio per la presenza indiscutibile dell'altro e quindi veramente non avrebbero potuto stringersi la mano, Comunque è insito in ognuno di noi, almeno spero per la maggior parte, il desiderio di veder soccombere il male alla presenza del bene e la poesia è particolarmente interessante e bella e mi è piaciuta molto. Complimenti!...

il 31/05/2013 alle 00:25

Giusta riflessione, milady! - una buona giornata!

il 31/05/2013 alle 08:15

sir , il bene e il male si annullano a vicenda perche' aspetti relativi della stessa fiamma , formalmente si combattono, in realta' sono unica sostanza.

il 31/05/2013 alle 13:34

Il nesso sta nel non patto, messere! Grazie, un abbraccio!

il 31/05/2013 alle 13:43

abbraccio ricambiato sir,invenzione in poesia e' motore mirabilissimo

il 31/05/2013 alle 15:47

Interessante

il 16/03/2016 alle 22:54

Certamente, grazie!

il 17/03/2016 alle 22:00