Pubblicata il 17/04/2013
Torna ancora la notte,
nera, cupa, tempestosa.
soffia con rabbia
il gelido vento del nord
sui tetti del borgo antico.
l'uscio si sciude piano,
appare un'ombra minacciosa.
due occhi di fuoco mi guardano.....
oh... ti levi davanti al televisore
che non vedo niente!!!
  • Attualmente 3.85714/5 meriti.
3,9/5 meriti (7 voti)

guarda....è bellissimo e lo spezzare alla fine il tono inteso di tutta la poesia è un colpo di genio, mi hai ricordato il fare di Calvino nel suo romanzo Se una notte d'inverno un viaggiatore, nel finale...complimenti^^

il 17/04/2013 alle 23:13

Ok!

il 17/04/2013 alle 23:22

Scusatemi per l'errore di battitura, si può fare niente per correggerlo?Il sonno incombe .Grazie per le belle parole.

il 17/04/2013 alle 23:36

Bellissima! Non preoccuparti per gli errori di battitura, si nascondono nella tua maestria.

il 18/04/2013 alle 08:12

hai ricordato Calvino e la sua ironia,brava marinella

il 18/04/2013 alle 08:47

simpatico il finale ad effetto.saluti

il 18/04/2013 alle 08:51

Finale inatteso;sorprende simpaticamente.Mi è piaciuta molto.Ciao.Lucia.

il 18/04/2013 alle 09:26

Mi associo al giudizio di chi mi ha preceduto, indubbiamente molto originale.

il 18/04/2013 alle 11:10

Zampata finale... mi piacciono le zampate... Complimenti

il 18/04/2013 alle 12:53

sorpresa bravo simpaticone,un saluto

il 18/04/2013 alle 15:48

bravo :-)

il 18/04/2013 alle 18:05